• Orario uffici FLA giugno-settembre

    06 giugno 2024
  • Gennaio-febbraio export stabile, ma a marzo per i mobili calo del 13,8%

    04 giugno 2024
  • Salone del Mobile 2024: un'edizione da record

    21 aprile 2024
  • Al via il Salone del Mobile, una vetrina dell'eccellenza italiana

    16 aprile 2024
  • Feltrin: “Il Salone del Mobile è il capodanno della nostra filiera, dà il via all’anno del design”

    15 aprile 2024
  • Made in Italy: legno-arredo, filiera da 20 miliardi di export, 15 solo di arredo

    12 aprile 2024
  • Filiera chiude 2023 a -7,8%. Saldo commerciale a 8 miliardi, soprattutto grazie a export arredo

    09 aprile 2024
  • UE, FederlegnoArredo su EUDR: "Vita delle imprese e tutela dell'ambiente a rischio"

    02 aprile 2024
  • EUDR e legno-arredo: sfide e proposte. L'incontro in Friuli Venezia Giulia

    22 marzo 2024
  • Richiesta proroga per l’entrata in vigore dell'EUDR

    EUDR e legno-arredo: sfide e proposte

    19 marzo 2024
  • 8 marzo: FLA e FLAE per "Seconda Stella. Mai più sola"

    08 marzo 2024
  • Filiera legno-arredo, con FLA Plus è sempre più sostenibile

    14 febbraio 2024
  • Preconsuntivi: la filiera chiude il 2023 a 52,6 miliardi

    13 febbraio 2024
  • Formazione: un nuovo master in furniture design management

    01 febbraio 2024
  • Contratto Lavoro: ok ad adeguamento minimi per 2024. FLA rispetta gli impegni

    31 gennaio 2024
  • Fiere, Asal-Aefi: bene il superamento dei vincoli nel DDL Concorrenza

    21 dicembre 2023
  • Filiera: terzo trimestre 2023 con segno negativo, ma dal 2024 torna il segno più

    12 dicembre 2023
  • Regolamento Imballaggi, bene il riciclo di alta qualità legato alla materia

    22 novembre 2023
  • Appuntamento il 30 novembre alle 10.00 da Le Village by CA - Triveneto

    Tappa a Padova per il roadshow di FLA Plus

    22 novembre 2023
  • Ai nastri di partenza MADE Expo 2023

    14 novembre 2023
  • Con TECLA la misurazione della circolarità secondo FederlegnoArredo

    09 novembre 2023
  • Ecomondo: FederlegnoArredo presenta la survey sostenibilità filiera legno-arredo 2023

    26 ottobre 2023
  • Raccolta Fondi: la vicinanza di FLA e FLAE alla famiglia di Carlo Luini

    26 ottobre 2023
  • Dal 7 al 10 novembre, appuntamento a Fiera di Rimini

    Più sostenibili, più competitivi: a Ecomondo la sfida della filiera

    19 ottobre 2023
  • Appuntamento giovedì 21 settembre alle 10.00 nella sede di Confindustria Pesaro Urbino

    Più sostenibili, più competitivi. Il roadshow di FLA Plus fa tappa a Pesaro

    15 settembre 2023
  • Feltrin: "Per filiera si prevede chiusura anno a -3,3%. Il 39% delle imprese riduce investimenti"

    11 settembre 2023
  • Nasce il Cluster Nazionale Italia Foresta Legno. FederlegnoArredo tra i soci fondatori

    20 luglio 2023
  • Il presidente Feltrin interviene all'evento organizzato dalla Farnesina su internazionalizzazione e fondi Simest

    18 luglio 2023
  • Primo trimestre stabile export filiera. Mobili: Usa a -9,5%, Cina in frenata

    17 luglio 2023
  • Monitor I trimestre: le previsioni per il 2023

    23 giugno 2023
  • Firmata ipotesi accordo rinnovo CCNL fra FederlegnoArredo e sindacati

    21 giugno 2023
  • Raccolta fondi per l'Emilia-Romagna

    01 giugno 2023
  • Feltrin: "Ddl made in Italy, passo del Governo nella direzione giusta"

    31 maggio 2023
  • Ddl made in Italy: “Misure per legno-arredo strategiche per settore e per Paese”

    17 maggio 2023
  • Sindacati solerti a convocare scioperi ma non a trattare

    11 maggio 2023
  • Il Salone Del Mobile torna a conquistare il mondo

    24 aprile 2023
  • Salone del Mobile, FederlegnoArredo incontra gli ITS di settore presenti in Italia

    21 aprile 2023
  • Salone Del Mobile, Feltrin: siamo una filiera che guarda al futuro

    18 aprile 2023
  • Al via il Salone del Mobile

    18 aprile 2023
  • Filiera legno-arredo chiude 2022 a +12,6% trainata dall’export

    12 aprile 2023

    Filiera legno-arredo chiude 2022 a +12,6% trainata dall’export

    12 aprile 2023

    68mila imprese - pari al 14,9% del totale manifatturiero - 298mila addetti - pari all’8% del totale - un fatturato alla produzione di 56,5 miliardi di euro - pari al 4,6% totale - e un incremento del 12,6% rispetto al 2021. Sono questi i numeri con cui la filiera del legno-arredo si presenta all’appuntamento più importante dell’anno, il Salone del Mobile di Milano in programma dal 18 al 23 aprile nei padiglioni di Rho Fiera.

    A dirlo sono i Consuntivi elaborati dal Centro Studi FederlegnoArredo che confermano come, nonostante anche il 2022 sia stato un anno di incertezze e instabilità geopolitica, le imprese del legno-arredo hanno saputo affrontare questi mesi con determinazione, riuscendo a mantenere, se non addirittura incrementare, i livelli occupazionali, guardando al 2023 come a un anno di stabilizzazione che fisiologicamente segue un biennio che, nel bene e nel male, è stato sicuramente eccezionale.

    Complessivamente, il fatturato alla produzione della filiera legno-arredo è cresciuto del 12,6%, passando così dai 43,2 del 2019, ai 50,2 miliardi del 2021 agli attuali 56,5 con una partenza estremamente brillante nel primo trimestre che è andata man mano riducendosi a fine anno, sia sul mercato interno che sui mercati esteri. Il +12,6% è la sintesi di un +12,2% delle vendite Italia (35,6 miliardi di euro) e di un +13,3% delle esportazioni (21 miliardi di euro) che rappresentano il 37% delle vendite totali. Nello specifico il fatturato del Macrosistema Legno (23,5 miliardi di euro) registra un incremento del +14,3%, il Macrosistema Arredamento (circa 29 miliardi di euro) registra un +11% e il Commercio Legno (4 miliardi di euro) un +15%.

    In un anno in cui a predominare è indubbiamente il segno positivo, è doveroso soffermarsi a capire se e quanto questo sia davvero indice di una crescita effettiva del settore o se non sia piuttosto il risultato algebrico fra produzione industriale e fatturato, in cui i costi delle materie prime e dell’energia hanno costituito un elemento decisivo per determinare la redditività delle imprese.

    Mettendo infatti a confronto l’indice della produzione industriale che misura il volume della produzione con quello del fatturato dell’industria emerge chiaramente un gap di oltre 11 punti per l’industria del mobile (fatturato 12,1%, produzione 0,8%) e di ben 17 per il legno, sul quale l’incidenza del costo delle materie prime è più rilevante e immediato (fatturato 20,3% - produzione 3,7%). Gli aumenti del legno, iniziati già a febbraio 2021, si sono mantenuti a ritmi sostenuti per tutto il 2022 arrivando a un +14,5% di media nel 2022. Seppur con un’incidenza minore anche il mobile ha subito l’impennata dei prezzi che ha raggiunto il +10,3%, vivendo un’accelerazione nella primavera del 2022 e arrivando ai livelli massimi nello scorso autunno.


    ESPORTAZIONI
    L’export della filiera (21 miliardi) con una crescita del 13,3% è stato trainato soprattutto dagli Stati Uniti, (+25,7%) che sono diventati la seconda destinazione davanti alla Germania (+9,7%) e dopo la Francia (+9,5%), che si conferma primo mercato di sbocco. Il risultato dell’export è figlio di un +12,6% registrato dal Macrosistema Arredamento (15 miliardi di euro) e di un +14,9% del Macrosistema Legno (5,5 miliardi di euro).
     
    La crescita delle esportazioni va letta in un quadro in cui la guerra ha modificato gli scenari: nel 2022 le esportazioni verso la Russia valevano 334 milioni di euro con una flessione sul 2021 del 27,3% pari a 126 milioni di euro, facendo così uscire la Russia dal top ten dell’export di filiera. Basti pensare che nel 2013 la Russia era la quarta destinazione delle nostre esportazioni con circa 1 miliardo di euro, dimezzate già nel 2017, e man mano il fenomeno si è confermato. Di contro le esportazioni verso gli Stati Uniti, che sempre nel 2013 erano la quinta destinazione, sono cresciute di 488 milioni rispetto all’anno precedente (+25,7% sul 2021), fino ad arrivare agli attuali 2,3 miliardi di euro.

    La Francia è la prima destinazione delle esportazioni italiane della filiera con circa 3,3 miliardi di euro nel 2022 e una crescita del 9,5%. La Germania è il terzo mercato e cresce del 9,7% rispetto al 2021 arrivando a 2,3 miliardi di euro. La Cina si conferma la settima destinazione caratterizzata negli scorsi anni da un particolare dinamismo con variazioni percentuali di crescita molto più marcate degli altri Paesi, mentre nel 2022, a causa della gestione della pandemia decisa dal Governo cinese e delle chiusure conseguenti, è tra i primi 10 mercati quello con la crescita più bassa (+1,1%).
     
    Nel mercato interno, che nel 2022 tocca quota 35,6 miliardi di euro la crescita ha raggiunto il +12,2%, grazie in particolare al contributo positivo del macrosistema legno, trainato dai comparti delle finiture per edilizia (porte, finestre, pavimenti in legno) e dai prodotti destinati alla casa che, più degli altri, hanno beneficiato direttamente degli incentive legati a Superbonus, bonus mobili e bonus edilizi.
     
    Nel 2022 va ricordato come sia cresciuto anche l'import soprattutto di legname, ad esempio dall’Austria (+35,2%) primo mercato di approvvigionamento per il nostro settore, seguita da Germania e Cina. La forte domanda di materie prime legata agli elevati livelli produttivi iniziati già nel 2021 e la carenza di alcuni materiali fondamentali in seguito allo scoppio della guerra hanno determinato un aumento dei costi acuitosi nel 2022 anche a causa dell'innalzamento dei prezzi dell'energia e della logistica.

    MACROSISTEMA ARREDAMENTO
    Dopo un 2021 eccezionale, al di sopra dei livelli pre-Covid, nel 2022, complice anche l’esponenziale aumento dei costi, il fatturato alla produzione del Macrosistema Arredamento ha sfiorato i 29 miliardi di euro, con una variazione del +11% sul 2021.

    A determinare l'andamento complessivo contribuiscono sia le vendite sul mercato interno (13,6 miliardi di euro +9,2%) sia soprattutto l'export (+12,6%) che vale 15,3 miliardi di euro e rappresenta il 53% del fatturato totale.
     
    La mappatura dell’export dell’MSA vede ancora la Francia confermarsi - con il suo 16% del totale - il primo Paese con 2,4 miliardi di fatturato e un 8% di crescita. Seguono gli Stati Uniti che, con un export di circa 1,9 miliardi e una variazione del +25,5%, si confermano la seconda destinazione con una crescita pari a 380 milioni. Terza destinazione la Germania (1,4 miliardi, +5,3%), seguita da Regno Unito (799 milioni, +8,9%) e Svizzera (728 milioni;+14,7%).
     
    La Cina resta stabile al settimo posto con un incremento molto contenuto, pari al +2,1%. Da segnalare con 290 milioni di euro e -24,2% l'uscita della Russia dalla top ten, cui subentrano gli Emirati Arabi Uniti con 313 milioni e un +31,6%.
    Ad oggi l’MSA rappresenta circa 21.750 imprese che vedono impiegati quasi 140.300 addetti, in crescita dell’1,5%. 


    SISTEMA ILLUMINAZIONE
    Dopo la pesante flessione del 2020, determinata in particolare dalla forte dipendenza del settore dai mercati esteri, il Sistema Illuminazione nel 2021 era tornato ai livelli pre-pandemici per poi tornare a crescere nel 2022 registrando un aumento di fatturato del +7,2% pari a circa 2,5 miliardi di euro.  Modesta, +1,6%, la crescita per il mercato italiano (575 milioni) mentre l’export - che rappresenta il 77% del fatturato - è cresciuto del 9% per un valore di oltre 1,8 miliardi di euro.

    La Francia si conferma primo mercato (220 milioni di euro, +6,5%), seguita dalla Germania (210 milioni, +2,5%). Gli Stati Uniti si confermano anche per il 2022 il terzo mercato con vendite per circa 143 milioni di euro e la variazione più significativa di tutte le principali destinazioni (+27,1%). In particolare, si segnala l'ingresso della Cina nella top 10, con un export dall'Italia di 42 milioni di euro e un andamento del +15,9%. Viceversa, scende dalla settima posizione del 2021 alla 13esima la Russia (-30%).
    Il settore Illuminazione è composto da 1.360 aziende e circa 10.900 addetti.
     

    UNA FILIERA IN SALUTE 
    “I risultati dei Consuntivi 2022 fotografano un settore in salute, premiato per la qualità e l’unicità dei suoi prodotti, ma che ha dovuto fare i conti con un contesto in continua evoluzione: il Covid prima, la guerra poi e adesso la crisi del sistema bancario che ci auguriamo sia soltanto un falso allarme, destinato quanto prima a rientrare. I numeri parlano chiaro, il fatturato della filiera ha raggiunto livelli impensabili fino a qualche anno fa, ma il peso dell’inflazione e il costo delle materie prime si è concretizzato nel gap di ben 11 punti fra fatturato e produzione del mobile che è stata infatti poco sopra lo zero.
      
    Volgendo lo sguardo all’export - spiega Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo - nel 2022 punta di diamante del settore, va evidenziato come stiano cambiando le rotte dei prodotti di design Made in Italy.  
    Se prima del Covid qualsiasi imprenditore avrebbe puntato sulla Cina come mercato del futuro, adesso rimane un mercato importante per contratti e commesse, ma nel quale investire direttamente non è più all’ordine del giorno. L’Europa si conferma il mercato da mantenere e sviluppare costantemente, al quale affiancare sicuramente gli USA in forte ascesa e le new entry Emirati Arabi e India che, anno dopo anno, stanno risalendo la classifica aumentando il valore importato dei nostri prodotti.
     
    Nel complesso - prosegue Feltrin -guardiamo al 2023, supportati dall’indagine condotta dal nostro Centro studi su un campione rappresentativo di aziende - come all’anno dell’assestamento in cui dovremo dimenticarci gli incrementi a doppia cifra del biennio precedente e potrebbe essere realistico pensare a una chiusura d’anno per l’arredo a +5%, trainato soprattutto dall’export. Il mercato interno potrebbe risentire della politica di stop and go sui bonus edilizi, anche se non parlerei di vera e propria frenata dell'edilizia e del suo indotto che avremo invece a partire dal ’24.
     
    A fine anno per il legno si potrebbe registrare addirittura una flessione del 3,2%, dato da leggersi come indicatore della progressiva riduzione del costo dell’energia e della materia prima legnosa e di altre materie, come le colle a base ureica, indispensabili per realizzare ad esempio i pannelli. Un segno negativo che per il mondo legno così negativo non è, dato che significa tornare a una situazione in cui non sono gli esorbitanti costi di produzione a determinare i fatturati.

    Nel complesso pertanto possiamo spingerci a dire che il 2023 potrebbe essere l’anno della normalizzazione del mercato, con la conseguente ripartenza degli investimenti in transizione ecologica e digitale, in formazione delle risorse umane e internazionalizzazione, i veri driver di sviluppo dell'intero settore".

  • Transizione ecologica, Feltrin: "Serve strategia chiara e di lungo periodo"

    04 aprile 2023
  • Per una cultura delle foreste fondata sulla gestione e non sull’abbandono

    24 marzo 2023
  • Ecobonus e bonus casa. No a stop cessione crediti e sconto in fattura

    15 marzo 2023
  • L'Assemblea straordinaria conferma Feltrin presidente fino al 2026

    03 marzo 2023
  • Cessione crediti: FederlegnoArredo in audizione alla Camera

    28 febbraio 2023
  • Bonus ristrutturazioni ed ecobonus, posticipare entrata in vigore blocco crediti al 31 dicembre 2023

    22 febbraio 2023
  • Made in Italy e imprese: il presidente Feltrin in audizione alla Camera dei Deputati

    22 febbraio 2023
  • Superbonus, c'è lo stop del Governo

    16 febbraio 2023
  • Salone del Mobile: Feltrin, manifestazione rispecchia dinamismo imprese

    15 febbraio 2023
  • Preconsuntivi: la filiera chiude 2022 a +12,7%

    15 febbraio 2023
  • Case in legno, Italia al terzo posto in Europa

    06 febbraio 2023
  • A luglio-settembre export filiera prosegue rallentamento

    23 gennaio 2023
  • Bonus mobili, proroga e nuovi limiti di spesa

    21 dicembre 2022
  • Rallentamento anche nel terzo trimestre, ma chiusura 2022 dovrebbe essere positiva

    06 dicembre 2022
  • Sostenibilità, allestimenti fiere: siglato protocollo AEFI-FederlegnoArredo

    22 novembre 2022
  • Export mobili, segnali di rallentamento nel secondo trimestre

    10 ottobre 2022
  • Friuli, l'industria del mobile e del pannello va a scuola

    05 ottobre 2022
  • Assobagno compie 20 anni, sguardo al futuro

    26 settembre 2022
  • Senza interventi sui costi dell'energia, a ottobre black-out delle aziende

    30 agosto 2022
  • Legno-arredo: bene l'export delle regioni nel primo trimestre 2022. Lombardia in testa

    04 agosto 2022
  • Sicurezza sul lavoro: nuovo accordo Fiera Milano e Asal Assoallestimenti

    29 luglio 2022
  • Finanziamenti agevolati per imprese esportatrici colpite da crisi Ucraina

    25 luglio 2022
  • Crisi Governo, serve atto di responsabilità nell'interesse del Paese

    15 luglio 2022
  • Superbonus, sbloccare cessione dei crediti

    29 giugno 2022
  • "Impronte sostenibili" per il futuro delle imprese

    28 giugno 2022
  • Impronte sostenibili, Rigeneriamo il futuro

    21 giugno 2022
  • Salone del Mobile, Feltrin: grande partecipazione, una vetrina per aprirsi a nuovi mercati

    07 giugno 2022
  • Legno-arredo, primo trimestre positivo ma si prospetta autunno incerto

    30 maggio 2022
  • Per la filiera del legno-arredo il 2021 è stato un anno da incorniciare

    04 maggio 2022
  • Bonus edilizi, a un passo da blocco cessione dei crediti. Necessario rivedere il sistema

    15 aprile 2022
  • Il 2021 segna l'anno della ripresa. Attesa per la 60esima edizione del Salone del Mobile

    16 marzo 2022
  • Dl Energia: costi insostenibili, a rischio competitività export

    14 marzo 2022
  • I preconsuntivi 2021 della filiera: +14,1% per il fatturato sul 2019. Ma sulla ripresa arrivano le prime ombre

    01 marzo 2022
  • Superbonus, sbagliato escludere dai lavori chi ha il contratto del legno

    24 febbraio 2022
  • Le nuove professioni per la transizione digitale e green

    23 febbraio 2022
  • Bene il Governo sui massimali del decreto prezzi

    15 febbraio 2022
  • Caro energia: misure insufficienti

    24 gennaio 2022
  • Stretta sulla cessione del credito per i bonus edilizi

    24 gennaio 2022
  • Deliberato lo spostamento della rassegna al 7-12 giugno

    Il Salone del Mobile si terrà a giugno

    17 gennaio 2022
  • Smart working: accordo sul lavoro agile

    16 dicembre 2021
  • Il decreto legge antifrodi paralizza l'edilizia

    10 dicembre 2021
  • Edilizia in legno, la rivoluzione edile passa da qui

    09 dicembre 2021
  • Decreto materie prime, legno strutturale fuori da fondo compensazione. Chiediamo incontro al Ministero

    24 novembre 2021
  • Escludere legno strutturale da fondo compensazione è negare politica sostenibilità del Governo

    22 novembre 2021
  • Caro materie prime: legno strutturale escluso dal decreto, porre rimedio. A rischio cantieri e lavoro

    18 novembre 2021
  • Bonus: bene misure antifrode ma asseverazione più semplice per interventi sotto i 20mila euro

    17 novembre 2021
  • Allestitori: bene ristori per perdite 2020. Ora pensare a mancati introiti 2021

    17 novembre 2021
  • FederlegnoArredo, il decalogo per vincere la sfida della sostenibilità

    04 novembre 2021
  • Bonus mobili: ridurre tetto a 5mila euro sarebbe una follia

    28 ottobre 2021
  • Bonus per la casa: proroga necessaria per spingere transizione ecologica

    18 ottobre 2021
  • Guida ai Servizi 2021 – Attività, iniziative e progetti della Federazione

    24 settembre 2021
  • “supersalone”: una scommessa vinta grazie a coraggio, visione e coesione

    10 settembre 2021
  • Feltrin: "Contenti di come è partita questa edizione del supersalone, un grande risultato”

    07 settembre 2021
  • Supersalone “supercircolare” con i pannelli truciolari al 100% da legno di recupero

    06 settembre 2021
  • Al via il supersalone!

    05 settembre 2021
  • Il design riparte dalle aziende: trend in crescita per l’arredamento

    31 agosto 2021
  • Buon lavoro a Maria Porro, eletta Presidente del Salone del Mobile.Milano

    20 luglio 2021
  • FederlegnoArredo e Uncem insieme per rilanciare lo sviluppo delle zone montane

    16 luglio 2021
  • Europa tuteli aziende legno-arredo da stop Russia a esportazione tronchi

    05 luglio 2021
  • Sarà "supersalone"

    26 maggio 2021
  • Salone Del Mobile: Boeri curatore dell’evento speciale 2021, affiancato da giovani architetti e professionisti internazionali

    11 maggio 2021
  • Consuntivi 2020: la filiera resiste all'effetto Covid

    10 maggio 2021
  • Salone del Mobile, sì all'edizione di settembre in Fiera Milano

    30 aprile 2021
  • Fiere, dal Governo segnali di fiducia

    14 aprile 2021
  • Visione e azione: a tu per tu con FederlegnoArredo

    Parte da Udine il ciclo di incontri sul territorio

    25 marzo 2021
  • Bene Sileri su riapertura negozi mobili in zona rossa

    20 marzo 2021
  • Fiere, serve data certa e protocollo di sicurezza per gli operatori

    19 marzo 2021
  • Appello al governo: «Aprite i negozi di arredamento in zona rossa»

    18 marzo 2021
  • Preconsuntivi 2020 fotografano l'andamento del comparto

    08 marzo 2021
  • FederlegnoArredo per le imprese, erogati 28 milioni di finanziamenti

    19 febbraio 2021
  • Manovra: grandi risultati per tutta la filiera

    21 dicembre 2020
  • Lettera del presidente Feltrin agli Associati

    “Caro Collega...”

    17 novembre 2020
  • Addio Manlio Armellini

    17 novembre 2020
  • Appello al governo: gli showroom e i negozi di mobili restino aperti

    06 novembre 2020
  • CLAUDIO FELTRIN È IL NUOVO PRESIDENTE. “VISIONE E AZIONE” IL BINOMIO PER IL 2020-2024

    30 ottobre 2020
  • CONTRATTO: FEDERLEGNOARREDO, ACCORDO RAGGIUNTO NELLA NOTTE. A GIORNI LA FIRMA

    20 ottobre 2020
  • INTESA SANPAOLO E FEDERLEGNOARREDO: ACCORDO PER IL SOSTEGNO ALLE PICCOLE IMPRESE

    08 settembre 2020
  • Formaldeide, Germania cambia parametri a suo piacere. Europa la bacchetta, sei aziende fanno causa

    09 giugno 2020
  • Non c’è design, senza design italiano

    17 aprile 2020
  • Riapriamo il Made in Italy: il manifesto di FederlegnoArredo

    11 aprile 2020
  • Nuova legge Forestale: un passo fondamentale per riattivare una filiera chiave per l’economia nazionale

    16 marzo 2018
  • Conferita a FederlegnoArredo la Medaglia al Merito del Ministero dell’Ambiente

    21 febbraio 2018