Quando la politica incontra l'impresa

12 febbraio 2013
Nella giornata di ieri il candidato alla presidenza della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha fatto proprie le preoccupazioni, le richieste e i progetti della federazione.

Al termine dell'incontro con il direttore generale Giovanni De Ponti è stata registrata una forte convergenza su tutti i fronti: ricette per fare ripartire i consumi interni, necessità di un sostegno all'educazione e determinazione verso l'internazionalizzazione.
«Quello del legno-arredo – spiega Maroni – è uno dei settori più importanti in Italia e soprattutto in Lombardia, va sostenuto quindi con determinazione e con interventi concreti».

Tra questi la possibilità di estendere agli arredi la detrazione Irpef del 50% già prevista per le ristrutturazione edili. «A livello nazionale porteremo avanti la proposta, peraltro da tempo condivisa e sostenuta in Parlamento dal mio partito – continua Maroni – mentre come Governatore della Lombardia sosterrò un intervento regionale che consenta alle famiglie di usufruire di un contributo regionale pari alla detrazione Irpef, esattamente come avviene sulla formazione con il buono scuola».

A proposito di scuola Maroni ha elogiato il progetto del Polo Formativo del LegnoArredo, promosso da FederlegnoArredo: «Parliamo di un'iniziativa di eccellenza che sosteniamo pienamente e la cui partenza deve essere sbloccata già nei prossimi giorni per dare vita a una realtà unica in Italia», spiega il candidato alla presidenza regionale.

In chiusura Maroni si è espresso a favore di politiche regionali atte a sostenere l'internazionalizzazione delle imprese lombarde: «La Regione avrà un ruolo fondamentale nel fare incontrare prodotti e mercati mondiali e per fare ciò cercheremo di coinvolgere altre aree che vedono una forte concentrazione di imprese del settore legno-arredo, ad esempio il Veneto, per sviluppare azioni sempre più efficaci».