• Dichiarazione REACH: ultimi aggiornamenti 2020

    10 marzo 2020

    Dichiarazione REACH: ultimi aggiornamenti 2020

    10 marzo 2020

    In data 16 Gennaio 2020 L’Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha inserito nell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti 4 nuovi composti chimici, portando il totale a 205 sostanze inserite in Candidate List.
    L’inclusione nell’elenco di sostanze candidate comporta obblighi immediati per i fornitori di articoli che la contengano:

    • I fornitori di articoli operanti nell’UE e nello SEE sono tenuti a mettere a disposizione dei clienti informazioni sufficienti a consentire l’uso sicuro di tali articoli qualora questi contengano sostanze incluse nell’elenco di sostanze candidate in concentrazioni superiori allo 0,1 % in peso/peso.
    • Su richiesta di un cliente, i fornitori di articoli operanti nell’UE e nello SEE sono tenuti a divulgare informazioni sufficienti a consentire l’uso sicuro di tali articoli qualora questi contengano sostanze incluse nell’elenco di sostanze candidate in concentrazioni superiori allo 0,1 % in peso/peso. Tali informazioni devono essere rese disponibili entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta.
    • Effettuare una notifica all’ECHA se l’articolo che producono contiene una SVHC in quantità superiore a una tonnellata per produttore/importatore all’anno e se la sostanza è presente in tali articoli al di sopra di una concentrazione dello 0,1 % (peso/peso); clicca qui per maggiori informazioni.

    Le 4 nuove sostanze incluse nell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti non sembrano particolarmente  problematiche per il comparto del legno-arredo:

    • Perfluorobutan sulfonic acid (PFBS) and its salts: La sostanza è utilizzata come elemento catalizzatore/additivo/reagente nel settore della sintesi chimica dei polimeri plastici e nel settore della manifattura dei polimeri nel settore della plastica; È inoltre utilizzato come ritardante di fiamma per le apparecchiature elettroniche;
    • Diisohexyl phthalate: La sostanza è utilizzata come lubrificante per alcuni fluidi refrigeranti utilizzati nel settore dell’automobile; viene inoltre utilizzata in alcuni applicazioni per la produzione di articoli plastici e nella produzione di gomme per il settore automotive;
    • 2-methyl-1-(4-methylthiophenyl)-2-morpholinopropan-1-one: La sostanza è usata quasi esclusivamente nel campo di produzione dei polimeri plastici per il settore di trasformazione della plastica e nel settore della gomma;
    • 2-benzyl-2-dimethylamino-4'-morpholinobutyrophenone: La sostanza è usata quasi esclusivamente nel campo di produzione dei polimeri plastici per il settore di trasformazione della plastica e nel settore della gomma;

    Nel caso comunque foste a conoscenza della presenta di queste sostanze in alcuni dei vostri prodotti, contattate l’Ufficio Ambiente.

    Inoltre nell’ambito della nuova Direttiva EU Quadro sui rifiuti, l’Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA) sta realizzando una Banca Dati sui vari articoli presenti sul mercato comunitario che possiedono al loro interno sostanze estremamente preoccupanti (SVHC): infatti tale Direttiva, all’articolo 9 (paragrafo 2), conferisce l’autorità all’ECHA di sviluppare questa banca dati in cui sono disponibili le informazioni sugli articoli contenenti sostanze estremamente preoccupanti (SVHC; come definite dal Regolamento REACH) presenti nell'elenco di sostanze candidate (clicca qui).

    In particolare, a partire dal 5 gennaio 2021, i fornitori di articoli (produttori, importatori, assemblatori e distributori), contenenti le suddette sostanze SVHC in concentrazione superiore allo 0,1% in peso, dovranno comunicare alla banca dati sviluppata dall'ECHA determinate informazioni al fine di un loro utilizzo sicuro.  L’Ufficio Ambiente di FederlegnoArredo continua con la sua attività di monitoraggio dell’elenco delle sostanze estremamente preoccupanti al fine di aggiornare costantemente le aziende del comparto legno-arredo sull’eventuale inserimento di sostanze di interesse per il settore. 

    PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

    Omar Degoli, Responsabile Ufficio Ambiente FLA - Omar.degoli@federlegnoarredo.it
    Alessandro Carzaniga, Ufficio Ambiente FLA – alessandro.carzaniga@federlegnoarredo.it 

  • Formaldeide in Germania: le indicazioni ufficiali dell’Agenzia Federale tedesca per l’ambiente

    12 dicembre 2019
  • Nuovi limiti per la formaldeide in Germania: le indicazioni delle associazioni tedesche

    07 ottobre 2019
  • SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO – IN ARRIVO UN LIMITE EUROPEO PER LA FORMALDEIDE

    26 giugno 2019
  • Proposition 65 – Nuove regole per chi vende in California – Risposte ai quesiti più frequenti

    23 luglio 2018
  • REACH – Nuove sostanze in Candidate List

    16 gennaio 2018
  • Reach – 5 nuove sostanze in candidate list

    03 febbraio 2016
  • Reach – Importazione articoli – Linea guida per rapporti con fornitori extra-UE

    13 novembre 2015
  • Reach – Sostanze pericolose negli articoli – Sentenza europea

    23 ottobre 2015
  • Reach: due nuove sostanze in Candidate List

    18 giugno 2015
  • Entrata in vigore del regolamento CLP per le miscele

    19 maggio 2015
  • REACH – Quattro nuove sostanze in candidate list. Controlla se le usi nel tuo ciclo produttivo!

    10 luglio 2014
  • Formaldeide - Ufficiale la riclassificazione come cancerogeno di categoria 1B

    18 giugno 2014
  • REACH: Nuove sostanze in Candidate List – Controlla se le utilizzi nella tua produzione

    10 gennaio 2014
  • Scadenza per la registrazione di sostanze tra 100 e 1000 ton/anno

    31 maggio 2013
  • REACH: modifiche all'Allegato XIV, "Autorizzazione"

    18 aprile 2013
  • Il Regolamento REACH

    Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemical

  • Alcune definizioni e concetti importanti da sapere

  • Produzione, importazione e assemblaggio di articoli

  • Come rispondere alle richieste e alle domande di fornitori e clienti

  • Esempio di procedure da intraprendere

    Monitoraggio degli adempimenti alla norma

  • Novità, aggiornamenti, consultazioni

  • Documentazione di Confindustria

    Downstream user (DU) e Clausule contrattuali

  • Modelli e esempi di lettere