ASSUFFICIO
Associazione nazionale delle industrie dei mobili e degli elementi d'arredo per ufficio
  • Come sarà l’ufficio tra 5 anni?

    14 dicembre 2018
  • Level: ultimo miglio

    06 dicembre 2018
  • Finanziamenti per la formazione delle PMI

    13 novembre 2018
  • PUBBLICATI I RATIOS 2018 e la Graduatoria dei Bilanci

    13 novembre 2018
  • Trend e novità da Orgatec

    12 novembre 2018

    Trend e novità da Orgatec

    12 novembre 2018

    Con i suoi 63.000 di visitatori (+ 15% rispetto al 2016) Orgatec conferma il suo successo e soddisfa le aspettative di visitatori e espositori.
    L’apertura verso il contract ha ampliato la gamma merceologica (non solo arredi per ufficio ma tecnologie, software e soluzioni per outdoor, hotel e luoghi di transito) rispecchiando quel fenomeno di ibridazione che caratterizza il workplace 3.0.
    Gli espositori Italiani erano 100, i più numerosi tra gli stranieri.
    Tra questi spiccava la presenza dei soci Assufficio anche con il “battesimo” di Centrufficio, per la prima volta a Orgatec con il brand CUF Milano.  
    La presenza degli associati era evidenziata e rafforzata dall’iniziativa “Proud to be Member” che ha coinvolto alche Assarredo

    Siamo anche “Proud” di sottolineare che le aziende associate hanno dato prova di altissima qualità e alta capacità di personalizzazione.

    Attraverso stimolanti mostre collaterali tematiche (sui materiali, sulla visione dei Millennials, ecc) ed eventi (quasi esclusivamente in tedesco) , la fiera punta sempre più a trasformarsi da esibizione di prodotti a evento di business orientato ai contenuti.

    Ma i contenuti e le tendenze in atto si individuano soprattutto grazie alla ricca panoramica dei prodotti esposti e dalle diverse visioni di “New Visions at Work”, tema del 2018, che gli espositori hanno saputo esprimere.

    Si conferma che la tipologia open space è scelta quasi obbligata per motivi economici e gestionali, ma le aziende sempre più attente al benessere delle persone chiedono soluzioni per risolvere le problematiche - prima tra tutte l’acustica- che i grandi spazi aperti sollevano.

    La fiera ci offre dunque una fotografia chiara di cosa sia l’ambiente di lavoro oggi, luogo che non scompare, ma diventa sempre più soft, domestico e accogliente.L’ufficio si trasforma radicalmente per rispondere modi di lavorare sempre più smart; ovviamente anche gli arredi seguono questa trasformazione e diventano sempre più personalizzabili, trasportabili e human centered.

    COME SI TRASFORMA IL DIVANO
    Da quanto si è visto a Orgatec, si potrebbe creare una nuova formula del workplace dove oltre 50% è costituito da divani e poltrone, ovvero quelle che un tempo erano considerate aree di supporto e adesso stanno diventando protagoniste.
    Divani e poltrone diventano a tutti gli effetti luoghi dove si lavora per questo devono essere dotati di schienali alti che garantiscano privacy acustica e visiva.
    Modularità, versatilità e la possibilità di accessori opzionali sono requisiti indispensabili per i seating system.
    Grazie alla nostra creatività e al profondo know-how nell’arredo domestico, tra le più originali proposte spiccano quelle made in Italy.

    COME SI TRASFORMA LA SCRIVANIA.
    Pur riducendosi numericamente non scompaiono le scrivanie.
    Nelle grandi aziende si calcola che il numero di scrivanie - assegnate o condivise- sia tra il 50 e 70% rispetto al numero dei dipendenti.
    Questo significa che la scrivania deve cambiare le sue funzionalità. Infatti a Orgatec abbiamo visto diversi filoni di questa trasformazione del tradizionale desk:
    La workstation sit-stand è sempre più diffusa, un vero must nel nord Europa, ma sempre più richiesta anche in Italia.
    I produttori Italiani adottano attuatori lineari di ottima qualità e di serie per elettrificare le proprie scrivanie regolabili in altezza e sanno essere innovativi, distinguendosi con soluzioni di design inedite.
    La postazione touch down, punto di appoggio per attività o incontri brevi. 
    Il tavolo riunioni, anche in versione pieghevole e immagazzinabile, è una soluzione versatile tra desk e meeting; sempre più richiesto perché l’incontro e la condivisione sono al centro delle nuove Visioni del Lavoro.
    Il desk system, articolato nello spazio grazie a strutture che generano microambienti personalizzabili.
    La scrivania direzionale, anche se la definizione sembra desueta in era di smart office, le gerarchie evidentemente non sono ancora eliminate e il mercato continua a richiedere questa tipologia.
    I sistemi di arredo più completi includono tutte le diverse opzioni per poter offrire risposte a qualsiasi modalità lavorativa.

    COME SI TRASFORMA LA PARETE DIVISORIA.
    La presenza delle pareti divisorie classiche sembra essere in calo a Orgatec, sostituita dagli onnipresenti Box o Office Pod, se vogliamo usare la definizione inglese. 
    Erano davvero sorprendenti il numero e la varietà di queste “cabine da ufficio” autoportanti concepite per garantire la privacy in ambienti open space.
    Di solito sono previste con pareti cieche e vetrate, in diverse dimensioni con funzione di phone booth o saletta per piccole riunioni. 
    Gli aspetti critici che fanno la differenza sono la fonoassorbenza, il ricircolo dell’aria, l’integrazione con pedana a pavimento e la possibilità di essere trasportati anche montati.

    COME SI TRASFORMA LA SEDIA OPERATIVA
    La parola ergonomia è scomparsa dalla comunicazione. Non perché abbia meno importanza, ma al contrario perché è data per acquisita in ogni prodotto di qualità (a Orgatec l’alto livello qualitativo era una costante).
    Le nuove task chair nascono dal concetti di ergonomia dinamica, ovvero sono dotate di dispositivi intelligenti che si auto-regolano in base al corpo di chi si siede.Nei sempre più diffusi shared office è importante che la persona possa trovare il proprio comfort senza dovere regolare la sedia ogni volta che cambia postazione.
    Le sedie per collettività, prodotti trasversali tra ufficio, ristorazione e educational, era numerose a Orgatec; in questo settore il design italiano resta decisamente insuperabile con collezioni complete e ultra personalizzabili.

    COME SI TRASFORMANO LA CASSETTIERA E GLI ACCESSORI.
    In un ufficio sempre più paperless, la cassettiera assume un ruolo secondario. Da oggetto per contenere carta e cancelleria, diventa oggetto per contenere oggetti personali e per questo scopo è diversamente attrezzata al suo interno.
    La sempre più diffusa condivisione delle scrivanie porta a preferire lockers centralizzati, i più tecnologici sono dotati apertura elettronica tramite badge e prese usb per ricarica dei device.
    Tutti gli accessori classici dell’ufficio sono toccati da questa ondata di cambiamento dovuta a nuovi stili di vita e di lavoro.
    A partire dal cestino gettacarta che ora è accompagnato da bidonino per la raccolta differenziata; dall’attaccapanni che chiede soluzioni più versatiti e trasportabili (perché nella fluidità del lavoro ogni luogo è predisposto per le riunioni) ai display e strumenti di supporto (leggii, lavagne, ecc) perché la gradevolezza dell’ambiente nasce anche dalle piccole cose : Dio è nei dettagli, diceva Mies!

    L’ACUSTICA!!!!!
    Dulcids in fundo, quella che può essere considerata una sorta di fissazione… Per anni il tema del comfort acustico è stato del tutto trascurato e poi è diventato invece un chiodo fisso.
    Praticamente tutte le aziende presenti Orgatec presentavano la propria linea di soluzioni per l’acustica: alcune valide, altre meno…
    Talvolta la soluzione acustica è anche integrata nei corpi illuminati con prodotti pensati in particolare per il settore ristorazione.
    In linea teorica qualsiasi materiale poroso ha funzione fonoassorbente e quindi dà risultati, ciò che fa la differenza è la capacità di gestire, misurare e ottenere i risultati desiderati.In particolare molte aziende straniere propongono il feltro come soluzione a tutti i mali, con proposte “decorative” gradevoli esteticamente, che lasciano però qualche perplessità in termini di performance. Su questo tema, si rende opportuno fare chiarezza su un punto: comfort acustico non è sinonimo di fonoassorbenza. 

    Guarda le immagini
  • FOLLOW THE BLUE FLAGS!

    18 ottobre 2018
  • Proud to be member! Assufficio a Orgatec 2018

    16 ottobre 2018
  • Andamento del mercato Ufficio, secondo trimestre 2018

    25 settembre 2018
  • Arredo ufficio: le importazioni nel mondo

    06 settembre 2018
  • Primo Schema CAM arredi

    01 agosto 2018
  • RAEE chiarimenti e adempimenti

    13 luglio 2018
  • Mercato immobiliare Ufficio e nuovi business model

    11 luglio 2018
  • Nuovi bisogni, ma anche tante opportunità

    L’evoluzione delle modalità lavorative

    11 giugno 2018
  • USA: i nuovi limiti per pannelli e imbottiti

    11 giugno 2018
  • A breve disponibile per gli associati

    Rapporto di settore arredo ufficio

    11 giugno 2018
  • 5 maggio

    Workshop per sviluppare il futuro dell’arredo ufficio italiano

    11 giugno 2018
  • Certificazioni, sistemi di rating e strumenti affinché l’eco-sostenibilità non sia solo “green washi

    Sostenibilità del workplace: dal building all’arredo

    08 giugno 2018
  • Norma 1335-1 sedute: si cambia? Revisione norma EN 1335-1

    12 giugno 2018
  • Assufficio, la condivisione non è solo online

    24 aprile 2018
  • Caimi Brevetti, Manerba e Lago in Triennale

    05 marzo 2018
  • Come affrontare le criticità dei CAM

    Sostenibilità ambientale e arredi pubblici

    05 marzo 2018
  • Citterio e Luxy: sinergia tra produttori per un design eco-sostenibile.

    Una nuova sede per Frontiers

    05 marzo 2018
  • Al Fahim Avenue Group sceglie IVM per arredare la nuova sede

    I migliori arredi per l’ufficio sono italiani

    05 marzo 2018
  • Sintesi del seminario “Dalla Burocrazia alla Zainocrazia”

    I nuovi scenari per un ufficio fluido

    05 marzo 2018
  • La normativa tecnica e l’impegno di Assufficio

    01 dicembre 2017
  • Comprendere i CAM arredi, per vendere alla PA

    16 novembre 2017
  • Eletto il presidente di Assufficio

    21 settembre 2017
  • L’Italia primo produttore d’Europa

    21 settembre 2017
  • Standard Level

    06 settembre 2017
  • Come si muovono i mercati mondiali dell’Arredo Ufficio

    28 luglio 2017
  • BIMobject e Pcon - Li abbiamo incontrati

    23 maggio 2017
  • A Joyful Sense at Work: i progettisti raccontano

    21 febbraio 2017
  • Sintesi del Workshop Assufficio, selezionato nel palinsesto di Design City Milano.

    Green Office Design

    26 ottobre 2016
  • Report

    Acustica negli ambienti per Collettività, Roma 7 luglio 2016

    18 luglio 2016
  • Il gioco alla base di un nuovo senso felice del lavoro e del workplace

    26 maggio 2016
  • Misura agevolativa del Super-ammortamento

    16 maggio 2016
  • A joyful sense at work: successo superiore a ogni aspettativa

    28 aprile 2016
  • Un modello di gestionale per creare valore aggiunto e innovazione nello Smart Office

    Design Thinking per un Ufficio sempre più Smart

    18 marzo 2016
  • La certificazione Level europea e la sostenibilità dei mobili per ufficio

    15 gennaio 2016
  • Può l’Industrial Design essere un driver di sviluppo e rilancio per il settore Ufficio?

    Il ruolo dell’Industrial Design nel Workplace.

    21 ottobre 2015
  • Assufficio parla dell’ufficio del futuro nel grattacielo più alto d’Italia

    20 febbraio 2015
  • Grande partecipazione al primo seminario del ciclo “Cultura dell’Ufficio a Porte Aperte”

    Qualità e Sostenibilità nel Workplace. Assufficio protagonista e promotore della nuova cultura dell’ufficio.

    12 dicembre 2014
  • L’ufficio fa da apripista in Iran: il Paese più rilevante del Medio Oriente

    03 novembre 2014
  • B2B Iran: Teheran 18-21 maggio 2014

    03 giugno 2014
  • Assufficio presenta i vantaggi concreti dello Smart Working.

    Seminario: “Verso l’ufficio smart, agile, collaborativo. Nuovi scenari per l’Office Design”.

    20 febbraio 2014 di Renata Sias
  • Un Paese che vive cambiamenti epocali e che ha grande apprezzamento per il made in Italy

    Iran: better than you know!