ASSOLEGNO
Associazione delle industrie prime lavorazioni e costruzioni in legno

Marco Vidoni, Presidente Assolegno

Eletto a Maranello il 19/01/2017

N17_Assolegno_01

Nato a Cividale del Friuli il 10/12/1973 e vive a Cassacco (UD); sposato con Elena da oltre 10 anni, padre di Damiano e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’azienda Fratelli Vidoni srl

I primi passi dell’Azienda in ambito locale risalgono agli anni ’50; successivamente si amplia in impresa boschiva e di autotrasporto c/o terzi; fino a trasformarsi negli anni ’80 e ’90 in azienda che acquista direttamente tronchi e produce elementi strutturali in massiccio per la propria attività di carpenteria e per l’edilizia in genere e semilavorati per l’industria del mobile.

I genitori impegnati ogni giorno nell’azienda di famiglia e la casa di fronte al capannone hanno da subito e inconsapevolmente segnato la strada di Marco: pur conseguendo un diploma di ragioneria e una laurea in economia e commercio all’università di Udine, ha sempre seguito e partecipato (fin da bambino) alla loro attività entrando a tutti gli effetti in azienda nel 2000 a fianco del papà e dopo la sua scomparsa nel 2011 gestendola da solo.

Dal duemila è iniziata anche l’avventura in FederlegnoArredo che progressivamente è diventata sempre più seria con la frequentazione dei vari incontri e riunioni promossi, il ruolo di rappresentante dell’associazione ai lavori EOS e la presidenza del Gruppo Prime Lavorazioni di Assolegno.

Vidoni di se stesso dice “In azienda come nella vita privata cerco di seguire gli insegnamenti e l’esempio dei miei genitori mettendo alla base del mio agire valori come umiltà, correttezza, serietà, etica professionale, sacrificio e costanza come unici mezzi per ottenere risultati concreti. Ho accettato la carica di Presidente di Assolegno per portare avanti le problematiche del mondo del legno senza dimenticare nessuna componente del suo variegato panorama, oltre che per approfondire le dinamiche associative e crescere personalmente e professionalmente tramite il confronto con i colleghi e le varie istituzioni coinvolte nella operatività di FederlegnoArredo.