• Report Incoming operatori dalla Cina – Focus Real Estate

    05 ottobre 2018
  • Report Missione Custom B2B in Vietnam, 26-28 Giugno 2018

    27 luglio 2018
  • Incoming interior designers USA – Focus California

    04 luglio 2018
  • MISSIONE CUSTOM B2B A CHENGDU: Il Sud-Ovest della Cina apre le porte all’arredo Made in Italy

    11 giugno 2018
  • I big del real estate cinese incontrano le aziende del mobile a Milano

    07 giugno 2018
  • “Passione” e “Famiglia”: le caratteristiche delle aziende italiane che hanno conquistato i developer e gli architetti Giapponesi

    23 febbraio 2018

    “Passione” e “Famiglia”: le caratteristiche delle aziende italiane che hanno conquistato i developer e gli architetti Giapponesi

    23 febbraio 2018

    Si è concluso il 9 Febbraio scorso l’Incoming di operatori Giapponesi dedicato ai distretti del design e dell’arredo Made in Italy. L’iniziativa, organizzata da Federlegno Arredo Eventi in collaborazione con ICE, ha portato 10 progettisti del Sol Levante in visita presso 12 realtà imprenditoriali italiane. 

    Un viaggio alla scoperta di prodotti e materiali tra loro molto diversi: dall’arredo per interni (Arper, Calligaris e Gufram) e per esterni (Nardi) al complemento d’arredo (L’Opificio Serico Fiorentino, Sitap Carpet Couture), dal settore bagno (Ceramica Globo e Gessi) all’illuminazione (CoeLux), dal settore ufficio e pannelli (Caimi Brevetti e Fantoni), ai sistemi per serramenti (Secco Sistemi).

    Tra le aziende Giapponesi che hanno formato la delegazione ci sono giganti dell’architettura come Nihon Sekkei e Nikken Sekkei. Quest’ultimo è ad oggi il secondo studio più grande al mondo per numero di dipendenti, con un fatturato che supera i 500 milioni di dollari (Fonte: https://www.archdaily.com/870842/the-worlds-20-largest-architecture-firms). Anche per il settore real estate non sono mancati nomi importanti: Obayashi Corporation e Kajima Corporation sono tra i più grandi developer del Giappone, con un fatturato rispettivamente di 16,4 e 16,1 miliardi di dollari (Fonte: Forbs, Global 2000: Top regarded companies https://www.forbes.com/companies/obayashi/  https://www.forbes.com/companies/kajima/).

    Al termine del tour, alla domanda su cosa li avesse colpiti di più, la risposta da parte degli operatori Giapponesi è stata unanime:
    Abbiamo visitato realtà molto diverse tra loro, ognuna interessante per diversi aspetti, ma ci sono due aspetti che le accomunano tutte e che ci hanno molto colpito: la passione che hanno saputo trasmetterci e la forte identità delle famiglie che hanno fondato queste aziende” (Masaaki Nambu, Forward Style Co., Ltd)

    Soddisfazione è stata espressa anche da parte delle aziende italiane, alcune delle quali hanno una presenza più che ventennale in Giappone, a testimonianza delle forti relazioni che legano il design Made in Italy al mercato Giapponese:
    Ci ha fatto estremamente piacere ricevere la visita della delegazione giapponese (…) Pur nella breve visita riteniamo che i vari operatori presenti abbiano avuto modo di capire la nostra realtà e soprattutto la nostra storica presenza sul mercato giapponese, indice del gradimento dei nostri prodotti sia per il design che per la qualità degli stessi”. (Calligaris)

    Gallery